Allergia... ai draghi!

Storie della fantasia ALLERGIA... AI DRAGHI! Oddone era sindaco di Dragonia. Tutti i suoi antenati erano stati cacciatori di draghi. Poi era nato Michele. All’inizio, quando Michele starnutiva, Oddone si affrettava a mettergli un altro golfino di pelle di drago. E gli starnuti aumentavano. Allora Livonia, che era la sua mamma, gli faceva bere una tazza di brodo di drago caldo. E giù starnuti, che sembrava un terremoto. - Non è raffreddato - disse un giorno la mamma. - È solo allergico. - A cosa? - chiese Oddone preoccupato. - Ai draghi! SCRIVO BENE • Scrivi il plurale delle seguenti parole. sindaco: drago: allergico: bianco: Oddone diventò bianco come un cencio. E come dargli torto? Nei boschi intorno a Dragonia c’erano più draghi che alberi. Oddone sospirò: - Qui non c’è niente che non sia fatto con i draghi, anche il ciuccio di Michele! - Non c’era niente sino a oggi - ribatté la mamma. - Ma se Michele è allergico, troveremo qualcos’altro. - Etciùùù!!! - confermò Michele contento. S. Frasca, Sono allergico ai draghi!, Mondadori LAVORIAMO INSIEME • In che modo la mamma e il papàrisolveranno il problema di Michele?Che cosa gli daranno da mangiare?Che cosa gli faranno indossare?Insieme ai tuoi compagni, inventail seguito di questa storia.
Storie della fantasia ALLERGIA... AI DRAGHI! Oddone era sindaco di Dragonia. Tutti i suoi antenati erano stati cacciatori di draghi. Poi era nato Michele. All’inizio, quando Michele starnutiva, Oddone si affrettava a mettergli un altro golfino di pelle di drago. E gli starnuti aumentavano. Allora Livonia, che era la sua mamma, gli faceva bere una tazza di brodo di drago caldo. E giù starnuti, che sembrava un terremoto. -    Non è raffreddato - disse un giorno la mamma. -    È solo allergico. -    A cosa? - chiese Oddone preoccupato. -    Ai draghi! SCRIVO BENE • Scrivi il plurale delle seguenti parole. sindaco: drago: allergico: bianco: Oddone diventò bianco come un cencio. E come dargli torto? Nei boschi intorno a Dragonia c’erano più draghi che alberi. Oddone sospirò: - Qui non c’è niente che non sia fatto con i draghi, anche il ciuccio di Michele! - Non c’era niente sino a oggi - ribatté la mamma. - Ma se Michele è allergico, troveremo qualcos’altro. - Etciùùù!!! - confermò Michele contento. S. Frasca, Sono allergico ai draghi!, Mondadori LAVORIAMO INSIEME • In che modo la mamma e il papàrisolveranno il problema di Michele?Che cosa gli daranno da mangiare?Che cosa gli faranno indossare?Insieme ai tuoi compagni, inventail seguito di questa storia.