Il piccolo leprotto

Storie della fantasia IL PICCOLO LEPROTTO Son Giotto il leprotto, e vivo contento. C è solo una cosa di cui mi lamento: son troppo piccino, e questo si sa può mettere a rischio la mia dignità. Se con i più grandi io voglio giocare, mi allungo, mi stiro per farmi notare. Fatica sprecata! Nessuno mi cura perché troppo basso io son di statura. Domenica notte, il cielo era chiaro, la luna brillava, più grande di un faro, e vidi, posata sull erba bagnata, una strana scatola dimenticata. Io presi la scatola col cuore in subbuglio e vi trovai dentro un gran guazzabuglio: pennelli, palette e tutti i colori dell arcobaleno saltarono fuori. 104
Il piccolo leprotto