Una strana pioggia

Streghe, FATE, MAGIE UNA STRANA PIOGGIA Una volta a Piombino piovvero confetti. Venivano giù grossi come chicchi di grandine, ma erano di tutti i colori: verdi, rosa, viola, blu. Un bambino si mise in bocca un chicco verde e trovò che sapeva di menta. Un altro assaggiò un chicco rosa e sapeva di fragola. Sono confetti! Sono confetti! E via tutti per le strade a riempirsene le tasche. Ma non facevano in tempo a raccoglierli, perché venivano giù fitti fitti. La pioggia durò poco ma lasciò le strade coperte da un tappeto di confetti profumati che scricchiolavano sotto i piedi. G. Rodari, Favole al telefono, Einaudi Ragazzi HO CAPITO SCRIVO E RACCONTO I fatti narrati nella storia potrebbero accadere? Vorrei una pioggia di... disegna e scrivi sul quaderno. Sì No 91
Una strana pioggia