RUDI LETTURE 2

leggere è PIÙ FACILE LA RABBIA DI ONDA • Leggi con attenzione il testo e osserva come è stato diviso. Poi svolgi le attività della pagina a lato. INIZIO Onda è un bambino-sireno: ha la testa e le braccia, ma al posto delle gambe ha una coda di pesce. Vive nell’oceano, dentro un’enorme conchiglia, insieme alla sua famiglia. Onda si arrabbia se trova nell’acqua della spazzatura. I sacchetti di plastica lo fanno infuriare: comincia a fare bolle dalle branchie. Però è pericoloso, perché così qualche nemico lo può trovare. SVILUPPO L’altro giorno Onda ha visto un delfino che stava per mangiare un sacchetto di plastica. Il delfino sarebbe morto, se Onda non lo avesse fermato in tempo. Così, arrabbiato, Onda ha iniziato a bollire. Da una barca due pescatori hanno visto quelle strane bolle. Per fortuna è intervenuta Bianca, la balena. È passata accanto alla barca e i pescatori si sono incantati a guardarla, dimenticandosi delle bolle. CONCLUSIONE Onda è salvo, ma deve imparare a stare calmo. Anche se ha davvero ragione. L. Walter, Storie brevi, molto brevi, molto molto brevi, Edizioni EL SCOPRO IL TESTO • Un racconto è formato da tre parti: inizio, sviluppo, conclusione. Rileggi ogni parte e rispondi alle domande. INIZIO • Chi è il protagonista del racconto? Una sirena Onda, un bambino-sireno • In quale luogo vive? In un fiume Nell’oceano SVILUPPO • Un giorno Onda si arrabbia e fa le bolle perché: un delfino stava per mangiare un sacchetto di plastica due pescatori vogliono catturare un delfino • Onda è in pericolo perché: due pescatori, da una barca, vedono le sue bolle una barca sta per investirlo • Chi distrae i pescatori? Il delfino Bianca, la balena CONCLUSIONE • Come finisce la storia? Onda è salvo. I pescatori catturano Onda.

leggere è PIÙ FACILE

LA RABBIA DI ONDA

• Leggi con attenzione il testo e osserva come è stato diviso. Poi svolgi le attività della pagina a lato.

INIZIO

Onda è un bambino-sireno: ha la testa e le braccia, ma al posto delle gambe ha una coda di pesce.

Vive nell’oceano, dentro un’enorme conchiglia, insieme alla sua famiglia.

Onda si arrabbia se trova nell’acqua della spazzatura. I sacchetti di plastica lo fanno infuriare: comincia a fare bolle dalle branchie. Però è pericoloso, perché così qualche nemico lo può trovare.



SVILUPPO

L’altro giorno Onda ha visto un delfino che stava per mangiare un sacchetto di plastica.

Il delfino sarebbe morto, se Onda non lo avesse fermato in tempo. 

Così, arrabbiato, Onda ha iniziato a bollire. Da una barca due pescatori hanno visto quelle strane bolle.

Per fortuna è intervenuta Bianca, la balena.

È passata accanto alla barca e i pescatori si sono incantati a guardarla, dimenticandosi delle bolle.

CONCLUSIONE

Onda è salvo, ma deve imparare a stare calmo. Anche se ha davvero ragione.


L. Walter, Storie brevi, molto brevi, molto molto brevi, Edizioni EL


SCOPRO IL TESTO

• Un racconto è formato da tre parti: inizio, sviluppo, conclusione

Rileggi ogni parte e rispondi alle domande.


INIZIO

• Chi è il protagonista del racconto?

Una sirena 
Onda, un bambino-sireno


• In quale luogo vive?

In un fiume 
 Nell’oceano


SVILUPPO

• Un giorno Onda si arrabbia e fa le bolle perché:

un delfino stava per mangiare un sacchetto di plastica

due pescatori vogliono catturare un delfino


• Onda è in pericolo perché:

due pescatori, da una barca, vedono le sue bolle 
una barca sta per investirlo


• Chi distrae i pescatori?

Il delfino 
Bianca, la balena


CONCLUSIONE

• Come finisce la storia?

Onda è salvo. 
I pescatori catturano Onda.