RUDI LETTURE 2

IL NATALE DELL’ABETE Rifletteva un abete: «Ho lasciato la neve, dei boschi la quiete, il vento, i ruscelli, il canto di uccelli. In cambio ho trovato una casa accogliente e mi sono agghindato di palle, di ghiande, di luci e ghirlande. Bambini in pigiama mi fanno festa così io non penso alla cara foresta. Tutto sommato è un bel destino essere abete o un verde pino.» C. Albaut, Filastrocche di Natale, Motta junior LAVORO IO Decora l’abete con palline, luci, ghirlande... e poi colora.

IL NATALE DELL’ABETE

Rifletteva un abete:

«Ho lasciato la neve,
dei boschi la quiete,
il vento, i ruscelli,

il canto di uccelli.


In cambio ho trovato
una casa accogliente
e mi sono agghindato
di palle, di ghiande,

di luci e ghirlande.


Bambini in pigiama
mi fanno festa

così io non penso
alla cara foresta.


Tutto sommato è un bel destino
essere abete o un verde pino.»


C. Albaut, Filastrocche di Natale, Motta junior