RUDI LETTURE 2

Mettiamoci alla PROVA UN ALBERO DAVVERO SINGOLARE 1 5 10 15 20 25 A prima vista poteva sembrare un albero come tutti gli altri. Ma, a guardare bene, si scopriva una porticina nascosta in basso fra le radici. Una porticina DEEDVWDQ]D JUDQGH SHU SRWHUFL SDVVDUH DWWUDYHUVR VHQ]D ULPDQHUH LQFDVWUDWL Il tronco infatti era cavo, e dentro c era una scaletta a chiocciola che portava in alto, ai rami pieni di foglie. Non solo: sulla parte esterna del tronco alcuni rami tagliati formavano ottimi gradini per chi volesse arrampicarsi VHQ]D SDVVDUH SHU OD SRUWLFLQD VHJUHWD Aglaia preferiva questa scaletta esterna e ci saliva veloce come uno scoiattolo. Aglaia abitava sull albero insieme alla sua amica Bianca. Avevano cercato un albero adatto e si erano trasferite lassù. In cima al tronco c era una piattaforma di assi con un parapetto, che però da terra non si vedeva perché era nascosta dal fogliame. In questa piattaforma c era anche una botola, attraverso cui si poteva calare una fune per ritirare dal basso qualsiasi cosa, per esempio un cestino pieno di roba da mangiare. 136
RUDI LETTURE 2