RUDI LETTURE 2

Volo con la fantasia TINO IL VERMETTINO Tino era un vermettino, aveva solo una settimana, però era già bello lunghetto, vispo e allegro. La vita gli piaceva proprio, soprattutto gli piaceva rotolarsi nel fango con i suoi settecento fratellini vermetti. Avevano uno scivolo, un altalena e una giostrina, tutte di fango. Quando faceva buio, mamma verme li chiamava: Venite, basta giocare! Ancora cinque minuti, mamma ti prego! Venite, è ora di cena! Tino era sempre l ultimo ad arrivare, il più sporco, il più nero. La mamma lo metteva sotto le gocce dell innaffiatoio: era una doccia perfetta. Una sera, però, Tino non tornò a casa. HO CAPITO Tino è un verme: molto giovane molto corto Tino ha: pochi fratelli moltissimi fratelli Quando fa buio e la mamma chiama, Tino è sempre: il primo a tornare a casa l ultimo a tornare a casa Chi è il «grande nemico ? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Hai capito a quale pericolo è scampato Tino? ............................ .................................................................................................. 88
RUDI LETTURE 2