RUDI LETTURE 3

OGGI IN CLASSE CALMA PIATTA Caro nuovo diario, l’ha rifatto. Il maestro ha ripetuto anche quest’anno che lui è come il capitano di una nave e che noi, la sua ciurma, gli dobbiamo obbedire senza fiatare. Ce l’ha detto in prima, ce l’ha ripetuto in seconda e anche in terza. Anzi, a pensarci bene, questa storia della nave e del capitano torna fuori ogni volta che lo facciamo arrabbiare. Per questo ho deciso di scrivere questo diario di bordo. Su ogni nave che viaggia c’è qualcuno che tiene il diario di bordo e ci scrive sopra, giorno per giorno, tutte le cose che succedono durante la navigazione. Anche sulle navi del passato c’era. Me l’ha detto Giacomo, che legge un sacco di libri. Allora, dicevo: Quinto, il nostro maestro, l’ha rifatto e io ho deciso di tenere il diario di bordo della nostra classe. Oggi il mare della quarta B della scuola «Gianni Rodari» è calmo e piatto. Niente onde e niente burrasche, niente correnti strane. L’unica cosa notevole di questa giornata è la nascita di questo diario. E non mi sembra poco! Alla prossima avventura, Luca adatt. da S. Bordiglioni, Il capitano e la sua nave, Einaudi Ragazzi SCOPRO IL TESTO • Scrivi nei cartellini gli elementi del diario: 􀀁saluto inizialedata saluto finale • Il diario è scritto: in prima persona in terza persona • L’autore scrive usando un linguaggio: complicato semplice e confidenziale

OGGI IN CLASSE CALMA PIATTA

Caro nuovo diario,

l’ha rifatto.

Il maestro ha ripetuto anche quest’anno che lui è come il capitano di una nave e che noi, la sua ciurma, gli dobbiamo obbedire senza fiatare. Ce l’ha detto in prima, ce l’ha ripetuto in seconda e anche in terza. Anzi, a pensarci bene, questa storia della nave e del capitano torna fuori ogni volta che lo facciamo arrabbiare.

Per questo ho deciso di scrivere questo diario di bordo. Su ogni nave che viaggia c’è qualcuno che tiene il diario di bordo e ci scrive sopra, giorno per giorno, tutte le cose che succedono durante la navigazione. Anche sulle navi del passato c’era.

Me l’ha detto Giacomo, che legge un sacco di libri. Allora, dicevo: Quinto, il nostro maestro, l’ha rifatto e io ho deciso di tenere il diario di bordo della nostra classe.

Oggi il mare della quarta B della scuola «Gianni Rodari» è calmo e piatto. Niente onde e niente burrasche, niente correnti strane. L’unica cosa notevole di questa giornata è la nascita di questo diario.

E non mi sembra poco!


Alla prossima avventura,

Luca


adatt. da S. Bordiglioni, Il capitano e la sua nave, Einaudi Ragazzi


SCOPRO IL TESTO

• Scrivi nei cartellini gli elementi del diario:

􀀁saluto iniziale
data
saluto finale

• Il diario è scritto:

in prima persona

in terza persona

• L’autore scrive usando un linguaggio:

complicato

semplice e confidenziale