RUDI LETTURE 3

IL GGG Non era un essere umano. Non poteva esserlo. Era quattro volte più grande degli uomini. Così grande che la sua testa sovrastava le finestre del primo piano. Indossava una lunga palandrana nera, una specie di mantello. In una mano teneva un oggetto che a prima vista sembrava una tromba molto lunga e sottile. La faccia era lunga, pallida e rugosa, con due orecchie smisurate come ruote di un camion. Il naso era affilato come una lama di coltello, e sopra brillavano due occhi scurissimi. Sotto il mantello nero indossava una specie di camicia senza colletto e un vecchio panciotto di cuoio piuttosto sporco, del tutto privo di bottoni. I pantaloni erano di un verde slavato, troppo corti per le sue gambe. Ai piedi portava sandali buffi, con una grande apertura in cima per farci passare gli alluci. La sua voce era forte ed echeggiava come un tuono. R. Dahl, Il GGG, Salani Editore PAROLE NUOVE • Slavato significa: sbiadito, pallido pulito SCOPRO IL TESTO • Il personaggio descritto è: una persona normale un essere minuscolo una creatura gigantesca • Nel testo ci sono tre paragoni: individuali e sottolineali.

IL GGG

Non era un essere umano. Non poteva esserlo. Era quattro volte più grande degli uomini. Così grande che la sua testa sovrastava le finestre del primo piano.

Indossava una lunga palandrana nera, una specie di mantello.

In una mano teneva un oggetto che a prima vista sembrava una tromba molto lunga e sottile.

La faccia era lunga, pallida e rugosa, con due orecchie smisurate come ruote di un camion.

Il naso era affilato come una lama di coltello, e sopra brillavano due occhi scurissimi.

Sotto il mantello nero indossava una specie di camicia senza colletto e un vecchio panciotto di cuoio piuttosto sporco, del tutto privo di bottoni.

I pantaloni erano di un verde slavato, troppo corti per le sue gambe. Ai piedi portava sandali buffi, con una grande apertura in cima per farci passare gli alluci.

La sua voce era forte ed echeggiava come un tuono.


R. Dahl, Il GGG, Salani Editore


PAROLE NUOVE

Slavato significa:

sbiadito, pallido
pulito


SCOPRO IL TESTO

• Il personaggio descritto è:

una persona normale

un essere minuscolo

una creatura gigantesca

• Nel testo ci sono tre paragoni: individuali e sottolineali.