RUDI LETTURE 3

LA LOTTA DI MARDUK MITO BABILONESE • Leggi e rispondi alle domande che trovi di fianco al testo. Una volta non c’erano né cielo né terra. Dèi capricciosi e draghi mostruosi abitavano l’universo vuoto e nero. Il più forte e generoso fra tutti gli dèi era Marduk, il guerriero. Le sue mani stringevano fasci di fulmini, che squarciavano le tenebre con bagliori accecanti. Un giorno Marduk incontrò un drago dall’aspetto terribile. - Chi sei e che cosa vuoi da me? - chiese Marduk al mostro. - Il mio nome è Tiamat, e voglio te, Marduk. Non riuscirai a vincere Tiamat, il drago degli abissi! Detto ciò, il mostro fece un gran balzo verso Marduk, il quale non si fece sorprendere. Rapido, gli lanciò contro una rete di luce, che fermò il mostro a mezz’aria. Tiamat schiumava di rabbia, tentando di liberarsi dalla rete di luce. Marduk lo squarciò in due con la sua lunga spada. Appese la schiena del mostro, che era maculata, in alto, perché diventasse il cielo con le stelle, e poggiò un piede sul ventre del mostro, che divenne la terra con i fiumi e gli oceani. rid. da Mondo magico, Emme Edizioni PERSONAGGI • Sottolinea i due personaggi del mito. • Sono personaggi: realistici fantastici TEMPO • Quando si svolgono i fatti narrati? Moltissimo tempo fa Poco tempo fa LUOGO • In quale luogo? Sulla Terra Nell’universo vuoto FATTI • Questo mito fornisce una spiegazione fantastica di come hanno avuto origine: gli animali e gli uomini il cielo con le stelle e la terra con i fiumi e gli oceani SCOPRO IL TESTO • Collega. Inizio Sviluppo Conclusione Come Marduk uccide Tiamat e che cosa ha origine da lui Presentazione del tempo, del protagonista, del luogo Scontro tra Marduk e Tiamat

LA LOTTA DI MARDUK 

MITO BABILONESE

• Leggi e rispondi alle domande che trovi di fianco al testo.

Una volta non c’erano né cielo né terra. Dèi capricciosi e draghi mostruosi abitavano l’universo vuoto e nero.

Il più forte e generoso fra tutti gli dèi era Marduk, il guerriero. Le sue mani stringevano fasci di fulmini, che squarciavano le tenebre con bagliori accecanti.

Un giorno Marduk incontrò un drago dall’aspetto terribile.

- Chi sei e che cosa vuoi da me? - chiese Marduk al mostro.

- Il mio nome è Tiamat, e voglio te, Marduk. Non riuscirai a vincere Tiamat, il drago degli abissi!

Detto ciò, il mostro fece un gran balzo verso Marduk, il quale non si fece sorprendere. Rapido, gli lanciò contro una rete di luce, che fermò il mostro a mezz’aria.

Tiamat schiumava di rabbia, tentando di liberarsi dalla rete di luce. Marduk lo squarciò in due con la sua lunga spada. Appese la schiena del mostro, che era maculata, in alto, perché diventasse il cielo con le stelle, e poggiò un piede sul ventre del mostro, che divenne la terra con i fiumi e gli oceani.


rid. da Mondo magico, Emme Edizioni


PERSONAGGI

• Sottolinea i due personaggi del mito.

• Sono personaggi: 

realistici 
fantastici


TEMPO

Quando si svolgono i fatti narrati?

Moltissimo tempo fa

Poco tempo fa


LUOGO

• In quale luogo?

Sulla Terra

Nell’universo vuoto


FATTI

• Questo mito fornisce una spiegazione fantastica di come hanno avuto origine:

gli animali e gli uomini

il cielo con le stelle e la terra con i fiumi e gli oceani


SCOPRO IL TESTO

• Collega.

Inizio

Sviluppo

Conclusione


Come Marduk uccide Tiamat e che cosa ha origine da lui

Presentazione del tempo, del protagonista, del luogo

Scontro tra Marduk e Tiamat